fbpx

INTERVISTE A BEPPE BORELLA

INTERVISTE RILASCIATE DALL’ARTISTA

INTERVISTA IMPOSSIBILE A BEPPE BORELLA

INTERVISTA IMPOSSIBILE A BEPPE BORELLA Intervista a cura di Damir Zubcic Circolano voci che Beppe Borella sia uno stakanovista del lavoro, “l’uomo di marmo”, Mateuscz Birkut, dall’omonimo film di Andrzej Wajda. L’uomo che fino adesso ha messo in opera 30.509 lavori nelle mani dei collezionisti di tutto il mondo. Alcuni pensano in contrario,

Leggi tutto>>>

TABLEAUX SCULPTURES

TABLEAUX SCULPTURES Testo a cura di Stefano Bianchi C’è un aforisma che sembra formulato apposta per sottintendere la versatilità di uno scultore come Beppe Borella. È dell’umorista americano Arthur Bloch, autore del libro La legge di Murphy: «La scultura è quella cosa contro la quale vai a sbattere, in un museo,

Leggi tutto>>>

IL DADO E’ TRATTO

IL DADO É  TRATTO Testo a cura di Anna Facchinetti La peculiarità del lavoro di Beppe Borella è sicuramente il materiale utilizzato per realizzare le sue opere. È singolare e molto interessante notare come il marmo e la pietra possano subire lavorazioni tali per cui il loro comune aspetto venga stravolto. È questo il caso

Leggi tutto>>>

TRA IRONIA E DADA

TRA IRONIA E DADA Testo a cura di Stefano Bianchi – Ponti x l’Arte Associazione Culturale Marmo, pietra, granito, ferro. Materiali che Beppe Borella padroneggia scolpendo, levigando, modellando la forma.  Le sue sculture, ironiche e “dadaiste” quanto lui, sono potenti e insieme fantastiche. Ci sono forme che mi piace definire “from

Leggi tutto>>>

GIOCARE CON LA PIETRA

GIOCARE CON LA PIETRA  Testo a cura di Mario Mazzoleni – Art Director Mazzoleni Art Gallery Non solo dipinti sulle pagine di Eva 3000,  con questa mia nuova rubrica settimanale spazio anche alla scultura, all’arte dello scolpire e del modellare. Questo straordinario mondo, la scultura, si divide infatti in due

Leggi tutto>>>

SCHERZI D’OMBRE E MATERIA

SCHERZI D’OMBRE E MATERIA Testo a cura di Cristian Bonfanti e Mariangela Peroni La materia è possente e viva e nasconde in se ciò che l’artista ha il compito di liberare. Beppe Borella sente il bisogno di entrare nelle venature del marmo, di scalfire il granito e modellare la pietra, instaurando con essi un

Leggi tutto>>>

LE LASTRE DI MARMO DIVENGONO VERE E PROPRIE TELE

LE LASTRE DI MARMO DIVENGONO VERE E PROPRIE TELE Testo a cura di Anna Saviori Rigore geometrico, pazienza certosina, indole ironica e leggermente provocatoria contraddistinguono la personalità artistica di Beppe Borella. Lo scultore lavora i materiali prediletti – marmo, pietra, granito e onice – con precisione e grandissima cura per i dettagli, reinventando l’utilizzo degli

Leggi tutto>>>

IL LINGUAGGIO TRASVERSALE DELLE SCULTURE DI BEPPE BORELLA

IL LINGUAGGIO TRASVERSALE DELLE SCULTURE DI BEPPE BORELLA Testo a cura di Francesca Baccalà Quando la forma prende possesso della materia plasmandola in una nuova estetica, l’universo sembra tendere verso un nuovo ordine. Beppe Borella si fa complice di questo processo “alchemico” trasformando un’inerte pietra in un oggetto unico in cui la vita si

Leggi tutto>>>

LA MUTABILITÀ DELLA MATERIA

LA MUTABILITÀ DELLA MATERIA Testo a cura di Monia Malinpensa La mutabilità della materia è per lo scultore Beppe Borella di primaria importanza, egli dona forma e struttura all’opera con gesto deciso e suggestiva atmosfera che evidenzia un singolare talento. Servendosi di vari materiali quali marmo, granito, pietra e quarzite, con risultati magistrali, ci

Leggi tutto>>>